32 — Se ne scenne lu sole e se fa notte

Se ne scenne lu sole e se fa notte, Chi me vo’ bene stasera nu’ vevo. Lu surore me vene de la morte, Penzo che nott’ è fatt’ e nu’ la vevo. ’Mmocc’ a la porta lasso la risposta; Fenestella che nu’ luce cannela, A tutte ve ge lass’ ’a bona notte: Pe’ me nu’ mancarrà la bona sera.

Già inclina il sole e si fa notte; chi mi vuol bene stasera non vedo. Il sudore mi bagna della morte; penso ch’è fatta notte e non lo vedo. Alla porta lascio la risposta; finestrella senza luce di candela, io vi lascio con la buona notte: per me non mancherà la buona sera.