208 — Vienece suonno, si nce vuô venire

Vienece suonno, si nce vuô venire, Viene pe’ mare si nu’ saje la via; Si nu la saje, tu fattia ’mparare, È peccerillo e la nonna vô fare. Viene a cavallo a ’nu cavallo bianco, Cu’ briglia r’oro e sella de brillanti, Viene a cavallo a ’nu cavallo verde, Sella r’oro e briglia re perle.

Vienici sonno, se ci vuoi venire, vieni per mare se la sai la strada; se non la sai, fattela insegnare. È piccolino e la ninna vuol fare, vieni a cavallo di un cavallo bianco, la briglia d’oro la sella di brillanti. Vieni a cavallo d’un cavallo verde la sella è d’oro la briglia di perle.