124 — Rosa bianca e culurito fiore

Rosa bianca e culurito fiore, Tieni li labbre comme ’e ’na viola; Sera e matina nu’ cambia culore, Arresemigli a ’na statua r’ oro. Cielo, quanno vô essere chell’ora, Quanno la mano mia piglia la toja!

Rosa bianca e incarnato di fiore, tu hai le labbra come una viola! Sera e mattina non cambi colore, sei tale e quale una statua d’oro. Cielo, quando verrà quell’ora che la mano mia prende la tua?