91 — So’ fatto viecchio e me volle ’o ventere

So’ fatto viecchio e me volle ’o ventere: Me caco e piscio sotto tutto quanto. Ognuno me rice: « Comme si’ fetente! » Tutte me salutano e passano ’nnante, E me . . . . . . . . Cu’ ’na pacienzia re sante.

Son fatto vecchio e mi bolle il ventre: mi caco e piscio sotto tutto quanto. Chiunque mi dice: « Quanto sei fetente! » Tutte me salutano e affrettano il passo, e mi . . . . . . . . con la pazienza di un santo.